Il veterinario

E' estremamente importante procurarsi i riferimenti di un veterinario specializzato in animali esotici PRIMA di decidere di prendere una cavia. In Italia soprattutto non sono molti i veterinari specializzati in questo campo, è quindi fondamentale sapere in anticipo a chi potersi rivolgere.
Se non c'è un veterinario per esotici raggiungibile in un tempo ragionevole evitate di prendere delle cavie!!
I veterinari generici nella maggior parte dei casi non sono in grado di occuparsi degli esotici: un veterinario può essere bravissimo e competente nella cura di cani e gatti ma del tutto inesperto nella cura delle cavie!! Se conoscete già un veterinario di cui vi fidate (magari per il vostro gatto) provate comunque a chiedergli informazioni: potrebbe conoscere qualche collega specializzato in esotici.
Se non avete idea di dove trovare un veterinario per esotici iscrivetevi alla nostra mailing list: forse potremo indicarvi il veterinario a voi più vicino.


Dal sito Guinea Linx - What the vet will do

[Se avete un'altra cavia (che non è stata già separata da quella malata per evitare il contagio), portatela con voi per tenere compagnia alla cavia malata, rendere la visita meno stressante e fornire al veterinario un termine di paragone. Anche i veterinari esperti in cavie considerano utile paragonare direttamente una cavia sana a quella malata. Sebbene possa costare il prezzo di una radiografia in più, paragonare la lastra di una cavia sana a quella della cavia malata può velocizzare la diagnosi. Idealmente il veterinario dovrebbe tenere una cavia nel suo studio come termine di paragone.]

Il veterinario dovrebbe:

La somministrazione di ossigeno in ambulatorio potrà essere d'aiuto in caso di respirazione affaticata.

Si può eseguire una radiografia per sospetti problemi agli organi interni.

Si può utilizzare un catetere per eliminare un blocco urinario.

Un campione di urina da esaminare in clinica o da spedire a un laboratorio di analisi potrà aiutare in molte diagnosi e se la cavia è abbastanza in forze può essere utile anche un'analisi del sangue. Sangue ed urine devono essere prelevati PRIMA di somministrare qualsiasi medicinale per poter ottenere un'analisi attendibile. Josephine solitamente preleva il sangue da un'unghia tagliata più del normale e utilizza capillari per microematocrito, perché è relativamente semplice e meno stressante per l'animale.

L'idratazione sottocutanea con aggiunta di vitamine C e B può servire a far guadagnare tempo in attesa di capire cosa c'è che non va. Probabilmente sarà difficile fornire manualmente attraverso una siringa la quantità di fluidi necessaria per prevenire la disidratazione della cavia (da 50 a 60 cc al giorno).

Le cavie gravemente malate possono richiedere un trattamento sottocutaneo giornaliero, in attesa che il veterinario fornisca una diagnosi o che i medicinali siano disponibili.

Una volta che la cavia ha iniziato a prendere le medicine si dovrebbero vedere dei miglioramenti entro 2-3 giorni. In caso negativo fatevi CAMBIARE MEDICINALE dal veterinario. Non accettate un "no" come risposta. Il tempo è un fattore essenziale nella cura della cavia. Spesso il veterinario dovrà indovinare in base all'esperienza quale medicinale prescrivere e quasi con la stessa frequenza l'infezione può risultare resistente al medicinale scelto. Leggete l'articolo di Pinta antibiotic intolerance per maggiori informazioni.

Se il veterinario sa quale medicinale è efficace nel trattamento (di solito in base ai risultati degli esami), chiedete entro quanto tempo dovrebbero vedersi dei risultati. Se non vedete miglioramenti entro l'intervallo di tempo fornito dal veterinario chiamatelo. Potrebbe esserci più di una infezione in atto e potrebbe essere necessario un altro medicinale.

ASSICURATEVI CHE IL VETERINARIO NON PRESCRIVA MEDICINALI A BASE DI PENICILLINA. Sono tossici per le cavie. Non abbiate paura di fare domande al veterinario. Voi siete i difensori della vostra cavia e sfortunatamente c'è una forte probabilità che vi possa capitare un veterinario inesperto, specialmente in una situazione di emergenza.

"Abbiamo verificato che le cavie, quando vengono portate dal veterinario, spesso si rifiutano ostinatamente di mostrare i sintomi. Se il veterinario è paziente e può aspettare 10-15 minuti, spesso la cavia riuscirà a rilassarsi e mostrerà i sintomi. Questo comportamento è dovuto all'istinto di sopravvivenza - non mostrarsi deboli e ammalati per non venire facilmente predati. Si osserva questo comportamento in particolare con problemi come l'asma: il nostro veterinario, dopo un esame iniziale, ritorna quando la cavia si è rilassata abbastanza da avere il respiro affannoso" -- Pinta

Copyright 2000-2002 Guinea Lynx, All Rights Reserved
Reprinted with permission, translated by Jeanne Vinay
www.guinealynx.info